News del Locarno Festival
 

I Walked with a Zombie

Piazza Grande

I Walked with a Zombie

Condividi:

© Beta Film / Deutsches Filminstitut, Frankfurt-KINEOS Collection

Qual è il modo migliore di finire una giornata? Stando ai personaggi di un romanzo scritto da Manuel Puig nel 1976, godersi un bel film. Magari una storia che faccia i conti con il soprannaturale. Circa 150 pagine dopo l'inizio di Il bacio della donna ragno, uno dei personaggi comincia a ricordare uno strano film, visto tanti anni prima, che ha per protagonista una donna zombi. Si tratta appunto di I walked with a Zombie, film che Jacques Tourneur ha realizzato nel 1943 per la RKO, con la supervisione del produttore Val Lewton. Il libro di Puig conferma la strana aura che ha sempre circondato il film: Thomas Pynchon lo cita all'interno del suo Inherent Vice; nel 1981, Roky Erickson, un grande rocker, ha intitolato I walked with a Zombie un pezzo contenuto nel suo album. Pedro Costa l'aveva in mente per Casa de lava. Il film insomma ha ispirato molti artisti. Tourneur l'ha sempre considerato uno dei suoi film “artisticamente” più riusciti, anche se, vale la pena ricordarlo, venne realizzato con un budget ridotto (ma la “grandezza” per Tourneur non ha mai avuto a che fare con il denaro). Il film? Ambientazione esotica, rituali vudu, una storia d'amore che paga qualche debito a Jane Eyre. La fotografia è magnifica: il bianco e nero magistrale, in grado di rendere perfettamente la tensione latente che la storia sviluppa. Una specie di magnifico sortilegio. Sulla parete della stanza dove dorme Jessica, moglie malata del ricco possidente dell'isola di St. Sebastian, svetta una riproduzione de L'isola dei morti di Arnold Böcklin. Accolto con riserve ai tempi dell'uscita in sala, incompreso, considerato una sorta di oggetto non identificato, il film ha poi conquistato tutti, diventando un film di culto. Da vedere la sera tardi, appunto. Magari nella magnifica cornice della Piazza di Locarno.

Rinaldo Censi
Link utili

Follow us


© Locarno Festival
Impressum & Disclaimer