News from the Locarno Festival
 

Cento volti in uno. Locarno abbraccia Harvey Keitel

Harvey Keitel

Share:

Mezzo secolo e più di cento volti. In un nome e cognome, Harvey Keitel. Locarno abbraccia uno dei più grandi interpreti di Hollywood, omaggiandolo il 6 agosto in Piazza Grande con il Lifetime Achievement Award.

Lui è il volto di Sport, The Wolf, Hal, Charlie, Auggie, Rocco o semplicemente del “tenente”. Locarno premia uno dei più grandi attori di Hollywood, in procinto di festeggiare i 50 anni di carriera. Dopo l’esordio in Who's That Knocking at My Door, Keitel  torna a lavorare con Martin Scorsese in Mean Streets (1973) e Taxi Driver (1976), accompagna al debutto Ridley Scott (I duellanti, 1977) per poi dominare la scena degli anni ’90 con Thelma & Louise (1991), Il cattivo tenente (1992), Le Iene (1992),  Lezioni di piano (1993) e Pulp Fiction (1994). In anni più recenti ha segnato con la sua presenza Moonrise Kingdom (2012), Grand Budapest Hotel (2014) e Youth - La giovinezza (2015). Da Scorsese a Wes Anderson, passando per Ridley Scott e Quentin Tarantino, è stato protagonista anche di Altman, De Palma e Spike Lee. Paolo Sorrentino è stato l’ultimo dei registi italiani, dopo Scola, Faenza, Comencini, Wertmüller, Soldati e Argento, che gli hanno fatto percorrere una strada rigorosamente made in Italy, parallela a quella hollywoodiana. Candidato agli Oscar e ai Golden Globe per Bugsy (Barry Levinson, 1991), Harvey Keitel è anche produttore e co-presidente dell’Actors Studio.

Domenica 7 agosto, oltre alla proiezione di Smoke alle 14.00 al Cinema Ex*Rex, il pubblico del Festival potrà assistere a una conversazione con l’attore allo Spazio Cinema (Forum) alle 11.30.

Liens utiles

Follow us


© Locarno Festival
Impressum & Disclaimer